Attualità

Prete di strada divenuto segretario del pontefice



È il nuovo segretario di papa Francesco: padre Gonzalo Aemilius, un sacerdote uruguaiano che il pontefice conosce da tempo. Un prete che ha svolto il suo sacerdozio dando assistenza a bambini di strada e tossicodipendenti. Rileva l'incarico del sacerdote argentino di Buenos Aires, don Fabián Pedacchio, che è stato segretario del papa dal marzo 2013 fino a dicembre 2019.

Bergoglio ha sempre spiegato, fin dall'inizio del suo pontificato, che - a differenza dei suoi predecessori san Paolo VI, san Giovanni Paolo II e papa Benedetto XVI - non avrebbe avuto un segretario personale stabile. Lo ha ben spiegato Matteo Bruni, direttore della sala stampa vaticana, nello scorso dicembre: «Il papa considera il ruolo di segretario come un servizio temporaneo, preferendo per questo motivo la rotazione degli incarichi». Dopo sette anni quindi l'avvicendamento.

Noto tra i fedeli semplicemente come padre Gonzalo, il nuovo segretario è nato nella capitale dell'Uruguay, Montevideo, il 18 settembre 1979, da genitori non credenti e con una nonna ebrea. Durante la scuola secondaria ha abbracciato la religione cattolica sull'esempio di alcuni sacerdoti che assistevano i bambini di strada. Ordinato sacerdote nell'arcidiocesi di Montevideo nel 2006, ha studiato a Roma conseguendo il dottorato in teologia. Il papa lo conosce dal 2006, quando come arcivescovo di Buenos Aires aveva sentito parlare della sua opera a favore dei bambini di strada e dei tossicodipendenti, rimanendone impressionato e contattandolo subito dopo.

Il Liceo "Jubilar Juan Pablo II" è la scuola fondata da padre Gonzalo per i bambini di strada, liceo dove ha ricoperto l'incarico di preside prima di essere assegnato alla parrocchia. Fu conosciuto dal mondo la prima volta il 17 marzo 2013, in occasione della prima messa pubblica celebrata da papa Francesco nella chiesa vaticana di Sant'Anna. Francesco incontrò padre Gonzalo prima di entrare in chiesa, invitandolo a unirsi a lui per la celebrazione della messa. Al termine, il papa presentò il sacerdote narrando di come padre Angel faceva conoscere Gesù ai bambini di strada e ai tossicodipendenti.

Intervistato dall’Osservatore Romano, padre Gonzalo ha raccontato di come la sua vita sia cambiata in seguito all’incontro con Bergoglio: «Mi ha insegnato a prendere il meglio che è in ogni individuo, per quanto diverso possa essere dagli altri, e metterlo a frutto per il bene di tutti». Padre Gonzalo ora si unisce all’altro segretario personale del papa, padre Yoannis Lahzi Gaid, un sacerdote copto egiziano che fa parte della sezione araba del Segretariato di Stato vaticano. Mentre don Pedacchio è tornato a lavorare a tempo pieno nella Congregazione dei Vescovi.


Fonte: www.americamagazine.org

▲ top page
Voce Amica
Autorizzazione Tribunale Benevento n. 9 del 30 settembre 2014
Rg 1446/2014

portale d’informazione quotidiana Parrocchia San Bartolomeo Apostolo
82020 Paduli (BN) - Piazza degli Eroi di Trento e Trieste, 7


proprietà don Enrico Francesco Iuliano - Via Roma, 24 - 82020 Paduli (BN)
telefono 338 838 3565
web www.voceamicapaduli.it
email info@voceamicapaduli.it

Service Provider Widestore srl - Via Gulinelli, 21 A - 44122 Ferrara (FE)

Paduli 2014 - 2020
codice fiscale parrocchia
92007210625