Prima pagina

Perdono di Assisi: si rinnova la tradizione



«Voglio mandarvi tutti in paradiso»
Il Signore vi dia pace!

La piccolissima chiesetta della Porziuncola fu il luogo più caro a Francesco e rimane il cuore battente per tutti i suoi figli ed è diventato per tutta la chiesa una fontana di acqua viva, che diffonde misericordia e perdono da ormai oltre 800 anni... potremmo definirla “piccolo ponte tra la terra e il cielo”. Essa , infatti, è una “porta sempre aperta” per tutti coloro che vogliono attingere all’amore di Dio attraverso l’esperienza della riconciliazione.

Il “Perdono di Assisi”... Una festa sgorgata dal cuore del Poverello, desideroso di far sperimentare a tutti la misericordia di Dio. ..Il 2 agosto del 1216, sul prato antistante la piccola chiesina di Santa Maria degli Angeli, davanti alla folla radunatasi e alla presenza dei sette vescovi dell’Umbria, Francesco salì su di un piccolo palco predisposto per l’occasione e commosso iniziò la sua predicazione dicendo «Voglio mandarvi tutti in paradiso e vi annuncio l’indulgenza che ho dalla bocca del sommo pontefice e che tutti voi che oggi venite e tutti quelli che verranno ogni anno in questo giorno con cuore buono e contrito ottengano l’indulgenza di tutti i loro peccati» (FF 2706/11). Ha inizio così l’indulgenza della Porziuncola che san Francesco ha ottenuto da papa Onorio III.

Raccontano le fonti, che precedentemente a quella predica, una notte di quel medesimo anno, san Francesco mentre è in silenziosa preghiera all’interno della Porziuncola ha una visione: improvvisamente in quel luogo sacro si manifesta una luce luminosissima e sopra l’altare Cristo, la sua Madre Santissima e una moltitudine di angeli che li circondano. Cristo stesso domanda a Francesco che cosa desideri per la salvezza delle anime. Francesco risponde: «Ti prego che tutti coloro che, pentiti e confessati, verranno a visitare questa chiesa, ottengano ampio e generoso perdono, con una completa remissione di tutte le colpe». Il Signore concede a Francesco quanto gli domanda ma a condizione che si rechi a chiedere la conferma del Papa. Francesco si presenta subito al pontefice Onorio III che lo ascolta con attenzione e dà la sua approvazione. Alla domanda: «Francesco, per quanti anni vuoi questa indulgenza?», il santo risponde: «Padre Santo, non domando anni, ma anime». E felice si avviò verso la porta, ma il Pontefice lo richiamò: «Come non vuoi nessun documento? ». E Francesco: «Santo Padre, a me basta la vostra parola! Se questa indulgenza è opera di Dio, Egli penserà a manifestare l'opera sua: io non ho bisogno di alcun documento, questa carta deve essere la Santissima Vergine Maria, Cristo il notaio e gli Angeli i testimoni». Da quel giorno, dalle 12 del 1 agosto alle 24 del 2 agosto, non solo alla Porziuncola ma in tutte le chiese francescane e in tutte le chiese parrocchiali, è possibile ottenere l’indulgenza plenaria per tutte le proprie colpe.

Vi sono delle condizioni necessarie e delle disposizioni da avere per ottenere l’Indulgenza della Porziuncola dal Padre delle misericordie: è necessario ricevere l’assoluzione per i propri peccati nella Confessione sacramentale, celebrata nel periodo tra gli otto giorni precedenti e successivi alla visita della chiesa; partecipazione alla Messa e alla Comunione eucaristica nello stesso arco di tempo indicato per la Confessione; visita alla chiesa dove si rinnova la professione di fede, mediante la recita del Credo e si recita il Padre Nostro; una preghiera secondo le intenzioni del Papa, normalmente si recita un Padre, un’Ave e un Gloria. L’evento del “Perdono d’Assisi” resta una manifestazione della misericordia infinita di Dio e un segno della grande passione apostolica di san Francesco.

Buona festa a tutti da parte di tutto l'Ordine Francescano Secolare di Paduli.

Marzia Tufo
ministra OFS



▲ top page
Voce Amica
Autorizzazione Tribunale Benevento n. 9 del 30 settembre 2014
Rg 1446/2014

portale d’informazione quotidiana Parrocchia San Bartolomeo Apostolo
82020 Paduli (BN) - Piazza degli Eroi di Trento e Trieste, 7


proprietà don Enrico Francesco Iuliano - Via Roma, 24 - 82020 Paduli (BN)
telefono 338 838 3565
web www.voceamicapaduli.it
email info@voceamicapaduli.it

Service Provider Widestore srl - Via Gulinelli, 21 A - 44122 Ferrara (FE)

Paduli 2014 - 2020
codice fiscale parrocchia
92007210625