Il commento del direttore

Passaggio di consegne

Quando diciotto mesi or sono accettai la conduzione del nostro giornale on line mai e poi mai avrei immaginato di non potermi limitare al mio ruolo di direttore responsabile e svolgere solo quello che più amo, scrivere, ma che avrei dovuto adempiere a tutto.
Da lunedì 11 gennaio 2016, come dico in altra parte del giornale, quanto da me ricoperto nel lasso di tempo che va dall'agosto 2014 alla prima decade del 2016 non mi è più possibile attuarlo. Per i motivi già spiegati e che ora non ripeto.
Qualsiasi cosa inerente il giornale dovrà essere inviata solo all'indirizzo della redazione e non anche al mio.
Non sarò più in grado di assolvere a nulla. Tutto il lavoraccio che prima ricadeva sulle mie sole spalle d'ora in poi verrà disbrigato dalla segretaria di redazione. Resta inteso però che niente verrà pubblicato senza la mia supervisione e approvazione essendo il sottoscritto il solo responsabile di fronte alla legge di quel che viene messo in Rete.
A tal proposito, debbo giocoforza rammentare che non è possibile che si continui nell'invio di una caterva di foto, di dimensioni dell'ordine di sei, sette, otto megabyte, sfuocate, di pessima fattura, doppioni di doppioni e, come in un caso recente, senza rispettare la Carta di Treviso per la tutela dei minori.
Ribadisco per l'ennesima volta che non è un album il nostro bensì un giornale, né una vetrina di Facebook, e sono sufficienti solo a corredo del testo quattro o cinque foto, di buona qualità. Chi invia guardi almeno prima di farcele avere se sono degne di essere prese in considerazione. Ci eviteranno tante di quelle perdite di ore che non immaginano neanche.
Un'ultima cosa. Il giornale avrebbe dovuto essere l'organo ufficiale della parrocchia, dove tutti i gruppi o singoli a vario titolo rappresentanti di qualcosa vi avrebbero scritto delle loro attività. Solo la Scuola calcio e qualcun altro lo ha fatto, gli altri, nella migliore delle ipotesi, si sono limitati a comunicare date e orari di eventi o manifestazioni senza null'altro aggiungere, tranne quando a venire in loro soccorso c'è stato il povero don Enrico che, invece d'assolvere ad altri gravosi impegni, si doveva mettere pure a vicariarli. Qualcuno, a varie riprese, ha pure tentato di coinvolgermi invitandomi ad eventi per poi sperare che ne redigessi un pezzo di cronaca, ahilui, mal incogliendone.
A buon intenditor...

Giancarlo Scaramuzzo

▲ top page
Voce Amica
Autorizzazione Tribunale Benevento n. 9 del 30 settembre 2014
Rg 1446/2014

portale d’informazione quotidiana Parrocchia San Bartolomeo Apostolo
82020 Paduli (BN) - Piazza degli Eroi di Trento e Trieste, 7


proprietà don Enrico Francesco Iuliano - Via Roma, 24 - 82020 Paduli (BN)
telefono 338 838 3565
web www.voceamicapaduli.it
email info@voceamicapaduli.it

Service Provider Widestore srl - Via Gulinelli, 21 A - 44122 Ferrara (FE)

Paduli 2014 - 2020
codice fiscale parrocchia
92007210625