L'opinione che non ti attendi

Parlare a nuora, perché suocera intenda



di Sabina Limongelli

Ogni giorno il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, non fa mancare la sua vicinanza ai suoi cittadini, con messaggi non solo di norme comportamentali ma soprattutto di solidarietà, di praticità e di affetto. Proprio per quanto riguarda la praticità, è di oggi pomeriggio 25 marzo la dichiarazione su Facebook di non pagare i fitti per chi è rimasto senza lavoro. Ovviamente va monitorata ogni situazione di speculazione e scrive in un secondo momento che con questo non sta incitando a non rispettare le regole del vivere civile ma semplicemente di dare un occhio a chi sta peggio di un altro.

Mi piace questa sua presenza continua tra video e messaggi, quest'interagire continuo, di non tralasciare niente e nessuno. Quest'aspetto del pagamento dei fitti richiama all'attenzione soprattutto gli affittuari che dovrebbero posticipare un po' i pagamenti, già di loro iniziativa, perché chi ha abbassato le saracinesche dei propri negozi non guadagna ed è tutta una conseguenza negativa se l'unica fonte di reddito è proprio quel negozio.

Si prenda esempio da Mastella che sta vicino alle persone valutando e cercando di risolvere ogni problematica, visto che siamo figli di una burocrazia lunga che dà soluzioni a lungo termine e non nell'immediato. Tanti sindaci, in questi giorni, in prima linea, che non si sono fermati al "per ora va tutto bene", o a postare qualche messaggio di cordoglio alla cittadinanza; tanto quando ci sono situazioni al limite restano tra le quattro mura di casa di chi le subisce, fuori va tutto bene e devi stare anche attento a non urtare la suscettibilità di qualcuno. Ci si passi un po' la mano sulla coscienza in questo terribile momento e si reciti un mea culpa.

Dopo un primo messaggio il sindaco Mastella ha contestualizzato più largamente ciò che aveva scritto qualche ora prima, ma ha aggiunto che sarà presente sempre verso chi avrà bisogno, facendo appello agli avvocati di trovare un metodo di difesa per chi ne avrà necessità, perché, ovvio, chi si troverà alle strette subirà un ingiunzione di sfratto a cui non potrà far fronte. Come lui stesso ha sottolineato, "chi ha drammi minori sia solidale con chi sta peggio".



▲ top page
Voce Amica
Autorizzazione Tribunale Benevento n. 9 del 30 settembre 2014
Rg 1446/2014

portale d’informazione quotidiana Parrocchia San Bartolomeo Apostolo
82020 Paduli (BN) - Piazza degli Eroi di Trento e Trieste, 7


proprietà don Enrico Francesco Iuliano - Via Roma, 24 - 82020 Paduli (BN)
telefono 338 838 3565
web www.voceamicapaduli.it
email info@voceamicapaduli.it

Service Provider Widestore srl - Via Gulinelli, 21 A - 44122 Ferrara (FE)

Paduli 2014 - 2020
codice fiscale parrocchia
92007210625