Prima pagina

Noi abbiamo bisogno di Papa Francesco



Ho sempre pensato che il Papa... fosse il Papa, così come un qualche altro miliardo e forse più di persone benpensanti, cioè non animate dalla corrosiva invidia o della non meno deleteria e pericolosa volontà di potere e di gloria a tutti i costi. E non ho mai pensato che per fare il Papa occorressero titoli specifici, onorificenze, lauree, master... insomma tutto quello che occorre oggigiorno per concorrere per ottenere un discreto posto di lavoro, ben sapendo purtroppo che il più delle volte i nominati titoli a ben poco servono anche per ottenere il discreto posto di cui sopra. Del Papa la Cristianità ha sempre avuto un altro pensiero, e ritengo che anche le eminenze delle varie sfumature di grigio dovrebbero fare lo stesso, pena la sconfessione della loro stessa autorità e, quando esiste, della loro missione o ancor meglio della loro stessa ragion d’essere. Vorrei che qualcuno mi spiegasse perché mai un povero credente della Chiesa Cattolica Apostolica Romana dovrebbe seguire questo o quell’eminenza o alto prelato o il meno problematico parroco di campagna, se tutti costoro mettono in discussione l’autorità papale. Come dire, verrebbero meno i fondamenti e i fondamentali. Ora affermare, come qualcuno di costoro ha fatto di non essere d’accordo col Papa mi preoccupa non poco e mi fa tremare i polsi e le vene (vecchio modus dicendi che fa sempre effetto) perché così sembrano mettere in discussione il Primato Pietrino, la tradizione che fin qui ha retto, alcuni insegnamenti appresi al catechismo, i contenuti di qualche buona omelia ascoltata o qualche edificante libro letto. Figuriamoci, quindi, quello che può accadere quando si viene a sapere che il Papa viene da qualcuno e da qualche altro addetto ai lavori criticato e deriso per non essere abbastanza addentro alla teologia o alla filosofia! Le fate ignoranti è stato un bel film, ma si parla di fate, personaggi di pura fantasia, questi invece parlano del Papa e adducono questa presunta manchevolezza quale ragione per un quinquennio debole di pontificato.

Se la cosa non fosse così grave, mi verrebbe da ridere, capisco che lo possa proporre Crozza, il comico intelligente ed ironico, ma lì sappiamo che è ironia, è satira, qui è tutt’altra cosa: pura cattiveria, voluta bassezza, accentuata miopia e crassa ignoranza. Ma dico questi signori vedono come è accolto il Papa dai fedeli in ogni parte del Mondo? Sanno che moltissimi sono coloro che si sono riavvicinati alla Chiesa Cattolica e molti di più quelli che si sono avvicinati al Confessionale? Sì, anche crassa ignoranza perché molto probabilmente dimenticano che il Papa, così come tutti i papi almeno da vari secoli, è stato eletto da un conclave che Loro (non è il titolo del prossimo film di Sorrentino…) stessi dicono essere ispirato. Allora quando si elegge il Papa c’è o non c’è l’intervento del Santo Spirito (che mi perdoni)? Beh allora se non c’è ritorniamo all’elezione popolare del pontefice, eleggiamo i prelati, nominiamo i preti… Ma se anche lo facessimo quale dovrebbero essere i titoli o i requisiti? La laurea in teologia? Un’altra laurea in filosofia? Il master in comunicazione pastorale? Il servizio svolto all’estero, magari in missione? Ma noi non vogliamo un cattedratico.

Noi vogliamo un Pastore che guidi noi pecore all’ovile, che si muova per cercare quella smarrita e la ritrovi, un fratello che abbia compassione e comprenda le nostre e le proprie miserie umane, qualcuno che in nome del Padre, annodi e sciolga i nodi, che rimetta i nostri peccati e che ci benedica. Di filosofi e di teologi ne conosciamo abbastanza, beh, continuino a lavorare cercando di fare il meno danno possibile. La Chiesa, il Popolo di Dio in cammino ha bisogno di altro, che non siano frasi belle e benfatte, ma caso mai di un Papa che dia l’esempio di quella umiltà e quella misericordia che sono i tratti caratteristici di Gesù il Cristo. Di un Papa che si faccia aggiustare i vecchi occhiali, pagando il dovuto per il lavoro, di un Papa che abiti una piccola dimora, poco dispendiosa per le spese correnti, che viaggi con un’utilitaria, che faccia fermare tutto l’ambaradan di un pomposo corteo per salutare i bambini, che sposi due giovani che avrebbero potuto farlo, ma non hanno potuto, su un aereo senza troppi fronzoli, ma badando all’essenza di quel Sacramento, che ricordi a tutti che le Sante Messe sono gratis, che ai vescovi ricordi che non bisogna pensare ad essere Principi della Chiesa, che provi compassione per tutto quanto è ai margini e alle periferie esistenziali e del Mondo, che non si scandalizzi per i peccati dei fratelli, ma pronto a perdonarlo e a indirizzato per la giusta via… Scusate ma tutto questo non vi sembra essere il succo di tutta la filosofia, la teologia, la sociologia, la pedagogia… fin qui conosciute? Noi abbiamo bisogno di questo Papa, noi abbiamo bisogno di Papa Francesco!


Eduardo Falbo

▲ top page
Voce Amica
Autorizzazione Tribunale Benevento n. 9 del 30 settembre 2014
Rg 1446/2014

portale d’informazione quotidiana Parrocchia San Bartolomeo Apostolo
82020 Paduli (BN) - Piazza degli Eroi di Trento e Trieste, 7


proprietà don Enrico Francesco Iuliano - Via Roma, 24 - 82020 Paduli (BN)
telefono 0824.927.186
web www.voceamicapaduli.it
email info@voceamicapaduli.it

Service Provider Widestore srl - Via Gulinelli, 21 A - 44122 Ferrara (FE)

Paduli 2014 - 2018
codice fiscale parrocchia
92007210625