La posta dei lettori

Lettera aperta al direttore


Caro Direttore,

questi ultimi anni di insicurezze quotidiane, dovute a crisi economica, lavoro, politica, cultura, confusioni varie, non hanno aiutato la valorizzazione dell'uomo e i suoi rapporti in genere. Questo è valso e vale soprattutto per il nostro amato paese, Paduli.

Ciascuno di noi, ognuno con il suo bagaglio culturale, con il suo sapere, con il suo volere, con le sue capacità, avrebbe dovuto sentire il desiderio, se non il dovere, di aiutare la nostra comunità, nel poco o nel molto, a risollevarsi da un grigio torpore dove poco per volta ha corso il rischio di rifugiarsi e cadere in profondo letargo, con il solito
laisser faire, con il solito laisser passer, che ha contraddistinto l'incedere incerto di questi anni. Questo appena enunciato non è stato il tuo motto, tu stai dando un forte e pregiato contributo con la Direzione di questo magnifico giornale di cui Paduli e la comunità giornalistica va fiera.

Allo stesso modo questo mio intervento mira ad evitare il far finta di niente e non intende lasciar fare o lasciar passare, ma offrendo tutta la solidarietà, per le tantissime legittime motivazioni che ti possono spingere a mollare la Direzione, ti chiede di restare e continuare con sagacia in questa nobile e professionale opera che hai iniziato e stai conducendo con successo. Il migliore futuro di Paduli dipende da persone come te, come da tante altre che non sempre però offrono la propria opera. Ti chiedo perciò di superare le forti difficoltà che stai incontrando, perché di te c'è bisogno. Perché noi tutti, te compreso, ci battiamo per un mondo migliore. Perché c'è bisogno del tuo impegno, della tua grande dedizione al giornale che ormai ci rappresenta con fierezza, la fierezza di chi come me (e tanti altri) opera, da anni, nella Parrocchia di questa Comunità di Paduli, ne conosce bene le difficoltà, ma anche il grande cuore ed i pregi di chi ne fa parte e sa quanto essa abbia bisogno di avere questo grandioso messaggio di cultura, questa testimonianza, questa rappresentanza, che grazie alla tua opera, alla tua fine penna, arriva ormai non solo in tutte le nostre case, ma sulla nostra bocca, nella nostra mente, nei nostri cuori, divenendo al tempo stesso tesoro da custodire e seme che racchiude speranza di buon frutto.
Bocca, mente e cuori di buoni cristiani ma anche di uomini, di Padulesi, di Italiani.
Con affetto e stima.

Rocco Feleppa



▲ top page
Voce Amica
Autorizzazione Tribunale Benevento n. 9 del 30 settembre 2014
Rg 1446/2014

portale d’informazione quotidiana Parrocchia San Bartolomeo Apostolo
82020 Paduli (BN) - Piazza degli Eroi di Trento e Trieste, 7


proprietà don Enrico Francesco Iuliano - Via Roma, 24 - 82020 Paduli (BN)
telefono 0824.927.186
web www.voceamicapaduli.it
email info@voceamicapaduli.it

Service Provider Widestore srl - Via Gulinelli, 21 A - 44122 Ferrara (FE)

Paduli 2014 - 2018
codice fiscale parrocchia
92007210625