Gli speciali di Voce Amica

La Via Crucis vivente dell'edizione padulese 2017


È il 9 aprile 2017. Tutto il mondo cattolico celebra la Domenica delle Palme. Anche la Parrocchia San Bartolomeo Apostolo di Paduli. I fedeli si ritrovano insieme, alle varie messe del mattino, per lo scambio delle palme benedette e degli auguri di pace. Sono davvero tanti. Nel pomeriggio diventano tantissimi, a loro si aggiungono persone venute dai paesi limitrofi per partecipare alla Passione di Gesù tanto ben pubblicizzata dai vari manifesti e mega-manifesti affissi un po' dappertutto. C’è da dire che la Via Crucis vivente ormai fa parte del tessuto osseo della comunità di Paduli che l’ha fatta diventare una tradizione ed un evento con cadenza fissa annuale, unitamente al Presepe Vivente e all’Infiorata. Per la verità questa pratica religiosa è stata messa in risalto più volte anche in passato. I primi a curare la rappresentazione di alcune stazioni significative furono i Battenti di San Rocco (chi non ricorda lo storico ruolo di Gesù interpretato da Michele u camposantista!). Seguirono sporadicamente le famiglie dei G.F. che portarono una ventata di novità scegliendo il centro storico come location e lavorando in sinergia con le varie associazioni e con i ragazzi del catechismo. Grazie a Dio, da cinque anni a questa parte c’è un gruppo di volenterosi che si prodiga con regolarità, grande impegno e costanza alla sua realizzazione con sollecitazioni sempre nuove e coinvolgenti.

Circa 150 figuranti aprono la rappresentazione con un corteo che, partito dalla chiesa Madre, si è snodato lungo il viale Libertà per giungere al Monumento ai caduti dove una folla raccolta in silenzio, attende curiosa. Confuso tra la gente, quasi a voler passare inosservato, il nostro carissimo arcivescovo monsignor Felice Accrocca venuto non in alta uniforme, forse volutamente per essere uno di noi, tra noi. Molto bene! Al monumento tra musiche, balli e voci va in scena la lotta tra il bene ed il male nell’episodio delle tentazioni di Gesù. Dopo lo spettacolare ingresso in Gerusalemme ci si sposta tutti al grande parcheggio del cimitero trasformato in un piccolo frammento di Palestina per l’occasione. Qui si rivivono tutti i momenti salienti della Passione di Cristo: l’ultima cena, l’agonia nell’orto degli ulivi, l’arresto, il processo, la flagellazione, la condanna, il percorso verso il Golgota, la crocifissione e poi la Risurrezione.

Grande la carica emotiva dei presenti per la veracità delle scene e grandi gli spunti lasciati per la riflessione personale: Gesù è attorniato dai suoi nell’ultimo banchetto ma nell’orto degli ulivi si sente solo, fa esperienza della paura e dell’abbandono, Giuda è suo amico e lo tradisce, Pietro è un suo fedelissimo e lo rinnega per ben tre volte, sotto la croce, dei dodici c’è solo Giovanni con Maria ed alcune donne... e poi la Risurrezione a dire a gran voce a tutti che la morte non ha l’ultima parola su nessuno e che ci aspetta la Vita, una vita piena dove regna solo l’Amore.

Doverosi un riconoscimento ed un plauso che vanno sicuramente al maestro Pellegrino Checola, lui ha stilato il copione corredandolo di musiche tratte da brani di compositori di grande spessore come Mozart e Vivaldi; a Maura Patierno collaboratrice del maestro e factotum del gruppo organizzativo; al geometra Giovanni Ragazzo e al maresciallo Vincenzo Galdo per l’aspetto logistico; ad Antonella Bozzella per i costumi; alle imprese di costruzione di Paduli per la preparazione dei palchi e delle strutture per le varie scene. Un grosso grazie alle aziende presenti sul territorio che hanno sostenuto buona parte dei costi della rappresentazione, grazie ancora a tutte le persone che hanno lavorato gratuitamente ed hanno donato il proprio tempo per la buona riuscita di questo evento, tutti sono stati importanti. Grazie al nostro parroco don Enrico per la fiducia che continuamente ripone nei suoi parrocchiani incoraggiando ogni iniziativa, grazie ancora all'arcivescovo per essere stato tra noi assieme al nostro sindaco. L’augurio è poter ogni anno fare sempre meglio, ottimizzando i tempi e con una sempre maggiore dose di entusiasmo e voglia di stare insieme.

Orietta Grimaldi

Personaggi e interpreti


Gesù: Gerardo Ranaldo; Maria: Teresa Magistro; Ponzio Pilato: Domenico Mazzeo; Pietro: Francesco Falace; Giuda: Mariano Marrone; Narratori: Antonio D’Alessandro e Luigina D’Angelis.

GALLERIA IMMAGINI

▲ top page
Voce Amica
Autorizzazione Tribunale Benevento n. 9 del 30 settembre 2014
Rg 1446/2014

portale d’informazione quotidiana Parrocchia San Bartolomeo Apostolo
82020 Paduli (BN) - Piazza degli Eroi di Trento e Trieste, 7


proprietà don Enrico Francesco Iuliano - Via Roma, 24 - 82020 Paduli (BN)
telefono 0824.927.186
web www.voceamicapaduli.it
email info@voceamicapaduli.it

Service Provider Widestore srl - Via Gulinelli, 21 A - 44122 Ferrara (FE)

Paduli 2014 - 2017
codice fiscale parrocchia
92007210625