Il commento del direttore

La pubblicazione delle immagini di minorenni



Nei recenti mesi di maggio e giugno si sono tenuti a Benevento tre corsi di formazione professionale continua per giornalisti, due presso l'Università degli Studi "Giustino Fortunato" e il terzo all'Unisannio. In quello che verteva su "Stampa e processo penale", con una chiarissima professoressa Katia La Regina con cui mi sono intrattenuto lungamente a colloquio prima, durante (con vari interventi) e dopo, nell'introdurre i lavori del corso il presidente dell'Ordine regionale dei giornalisti, Ottavio Lucarelli, invitava i colleghi a porre maggior attenzione nella pubblicazione di foto o videoriprese riguardanti i minorenni stante l'aumento in modo esponenziale delle denunce contro i direttori delle testate giornalistiche per violazione delle norme.

L'occasione è propizia per ritornare su un'annosa questione che ha attanagliato fin dal suo sorgere la nostra testata. Qualcuno pare abbia messo in giro la diceria che il direttore di Voce Amica per capriccio non voglia pubblicare foto, o videoriprese, ritraenti minorenni. In quanto iscritto all'Ordine professionale dei giornalisti e in quanto direttore di una testata giornalistica regolarmente registrata al tribunale di Benevento, se dovessi finire davanti alla legge in caso di contenzioso, mi verrebbe detto che, per quanto innanzi riportato, "non potrei non sapere" come ci si deve comportare, costituendo un'aggravante e finendo condannato in un batter di ciglia.

In materia di responsabilità, quella del proprietario del giornale è solo civile, mentre il direttore responsabile ne risponde civilmente e penalmente. In conclusione, non ho mai detto ad alcuno di non voler pubblicare immagini di minorenni, ma che per farlo necessito della liberatoria dei genitori e del fotografo o videoperatore, sul tipo di quella sotto riportata. E sempre che tale pubblicazione non vada a cozzare con le norme vincolanti per un giornalista del codice deontologico contenute nella Carta di Treviso per la tutela dei minorenni. Queste sono le disposizioni, piacciano o no, e non posso infrangerle solo per soddisfare il vezzo di chicchessia. Che a quanto pare si intestardisce nel voler continuare a fare orecchie da mercante.


▲ top page
Voce Amica
Autorizzazione Tribunale Benevento n. 9 del 30 settembre 2014
Rg 1446/2014

portale d’informazione quotidiana Parrocchia San Bartolomeo Apostolo
82020 Paduli (BN) - Piazza degli Eroi di Trento e Trieste, 7


proprietà don Enrico Francesco Iuliano - Via Roma, 24 - 82020 Paduli (BN)
telefono 338 838 3565
web www.voceamicapaduli.it
email info@voceamicapaduli.it

Service Provider Widestore srl - Via Gulinelli, 21 A - 44122 Ferrara (FE)

Paduli 2014 - 2020
codice fiscale parrocchia
92007210625