Gli speciali di Voce Amica

La parrocchia accoglie la Madonna di Fatima



Nuova occasione di condivisione per la comunità di Paduli, è giunta fra noi giovedì sette marzo la bianca statua della Madonna di Fatima, pellegrina di pace e di amore, coinvolgente con i suoi occhi luminosi, accompagnata dai frati missionari della Gioventù ardente mariana (Gam), momento importante di incontro e di entusiasmo trasmesso proprio da loro, giorni intensi e fitti di appuntamenti, non sempre molto partecipati quelli feriali ma molto significativi, dagli incontri con le scuole, alle visite casa per casa, dove chi di loro è passato, sempre con una piccola statua della Madonna, ha lasciato una preghiera, una parola rasserenante e il quotidiano affidamento a Maria madre di Dio.

L’Angelus a mezzogiorno in chiesa e un pensiero mariano introdotto da giovani suore e ragazzi, alle tre del pomeriggio un breve incontro di preghiera, la coroncina della divina misericordia, sempre animato dalle loro voci e il suono della loro chitarra. Momenti brevi ma comunicativi, prima della messa sempre un rosario meditato, venerdì con gli ammalati, dopo di che l’unzione degli infermi a fine messa. Sabato la celebrazione è stata arricchita dal rinnovo delle promesse matrimoniali da parte di tutte le coppie presenti, un bel momento di comunanza, conclusosi a fine messa con l’affidamento alla Madonna da parte degli sposi e delle proprie famiglie. Il messaggio del vangelo, trattasi della prima domenica di Quaresima, mette in risalto le tentazioni a cui Gesù risponde: «Non metterai alla prova il Signore Dio tuo». Il celebrante ha sottolineato proprio questo, di non farci tentare dal maligno che si insinua dappertutto, di stare attenti e soprattutto di rispondere con la parola di Dio.

A fine messa una breve processione fino alla chiesa di San Giovanni, per riporre la statua della Madonna, per l’intera notte. La chiesa è rimasta aperta, per l’adorazione eucaristica, fino alla prima messa di domenica 10 marzo. Le celebrazioni poi sono continuate in parrocchia ai soliti orari della domenica. Si sono conclusi questi giorni di preghiera e di ascolto con l’ultimo cenacolo, tenutosi prima della messa serale delle ore 19, meditando la parola di Dio, intonando brevi ritornelli e una posta di rosario. Dopo di che si è accompagnata, la statua della Madonna di Fatima, in processione con fiaccolata e in preghiera al monumento ai caduti, per la partenza.

I missionari della Gioventù ardente mariana congedandosi da noi, oltre a un senso di pace e di forza che hanno trasmesso in questi giorni, ci hanno lasciato un compito, una promessa da mantenere, pregare almeno dieci Ave Maria al giorno e di essere fedeli e difendere sempre il nostro Papa. Intercorsi i ringraziamenti finali tra loro e il nostro parroco don Enrico tutto si è concluso con la speranza che questi giorni abbiano lasciato un seme che porterà buoni frutti. Ognuno ha bisogno anche solo di una mano sulla spalla come segno di vicinanza e sentirsi in ascolto anche in silenzio, come la Madonna in silenzio ha accolto tutti con il suo sguardo introspettivo.

“Non scoraggiarti! Io non ti abbandonerò mai. Il mio cuore Immacolato sarà il tuo rifugio e la via che ti condurrà a Dio.” (La Madonna a Fatima, 13 giugno 1917).


Sabina Limongelli



GALLERIA IMMAGINI

▲ top page
Voce Amica
Autorizzazione Tribunale Benevento n. 9 del 30 settembre 2014
Rg 1446/2014

portale d’informazione quotidiana Parrocchia San Bartolomeo Apostolo
82020 Paduli (BN) - Piazza degli Eroi di Trento e Trieste, 7


proprietà don Enrico Francesco Iuliano - Via Roma, 24 - 82020 Paduli (BN)
telefono 0824.927.186
web www.voceamicapaduli.it
email info@voceamicapaduli.it

Service Provider Widestore srl - Via Gulinelli, 21 A - 44122 Ferrara (FE)

Paduli 2014 - 2019
codice fiscale parrocchia
92007210625