Gli speciali di Voce Amica

Il Presepe vivente edizione 2016


Venerdi 30 dicembre 2016 nel palazzo ducale e nella villa comunale si è svolta la 3ª edizione del presepe vivente (terza da quando si è ripresa una vecchia tradizione che aveva visto Paduli come tra i primi paesi ad aver dato vita a questa magnifica rievocazione). Il titolo di quest’anno è stato Andiamo a Betlemme, invito rivolto a quanti (prendendo spunto dalle parole di don Tonino Bello) hanno ancora nel cuore la voglia di trovare Gesù e, con Lui, il bandolo della nostra esistenza redenta, la festa di vivere, il gusto dell'essenziale, il sapore delle cose semplici, la fontana della pace, la gioia del dialogo, il piacere della collaborazione, la voglia dell'impegno storico, lo stupore della vera libertà, la tenerezza della preghiera.

E’ stato un momento di aggregazione davvero emozionante nonostante il freddo pungente della serata, la scena dell’annuncio dell’angelo a Maria è stata l’inizio della manifestazione terminata con la natività e l’arrivo dei magi. Abbiamo accompagnato Maria e Giuseppe nel loro viaggio da Nazareth a Betlemme vivendo i tutti i “no” che hanno ricevuto nella loro ricerca di alloggio, tante le scene (sapientemente allestite dalle varie zone del nostro paese guidate dalle loro zelatrici) che abbiamo potuto ammirare: a cominciare dall’annunciazione, il censimento, botteghe, mercati, sinagoga, e il suggestivo palazzo di Erode.

Il clou di tutta la manifestazione è stata la scena della natività dove tra pastori con le loro greggi e angeli abbiamo trovato “un bambino avvolto in fasce che giace in una mangiatoia”, bambino che quest’anno è stato rappresentato da chi effettivamente vive una situazione “scomoda” in quanto ospite con la sua mamma del centro di accoglienza della Croce Rossa di Molinara. E’ giunto a noi per caso grazie alla sensibilità di un volontario della struttura, e da un “caso “ si è rivelata una bellissima ed emozionante esperienza. E’ stato un presepe itinerante arricchito da danze, dialoghi e musiche abilmente curate da Pellegrino Checola, novità di quest’anno gli “zampognari” che con il suono delle cornamuse hanno accompagnato i visitatori durante tutto il percorso e “lo scultore” rappresentato da Vincenzo Gagliardi che terminato il presepe del suo paese “Pietrelcina” ha accettato l’invito di voler essere presente a Paduli per far riscoprire il fascino di questo antico mestiere.

Tutto questo è stato realizzato dalla parrocchia "San Bartolomeo Apostolo" di Paduli e grazie a tutti quelli che a vario titolo hanno reso possibile tutto ciò a cominciare dagli sponsor, ai figuranti (davvero molto bravi e pazienti) alle ballerine, al tecnico delle luci e del suono, a chi ha fornito le suppellettili, alle varie ditte edili che in modo del tutto gratuito hanno realizzato tutte le strutture e all’amministrazione comunale di Paduli per la concessione della location. Un grazie speciale a loro e… appuntamento al prossimo anno.

Maura Patierno

GALLERIA IMMAGINI

▲ top page
Voce Amica
Autorizzazione Tribunale Benevento n. 9 del 30 settembre 2014
Rg 1446/2014

portale d’informazione quotidiana Parrocchia San Bartolomeo Apostolo
82020 Paduli (BN) - Piazza degli Eroi di Trento e Trieste, 7


proprietà don Enrico Francesco Iuliano - Via Roma, 24 - 82020 Paduli (BN)
telefono 0824.927.186
web www.voceamicapaduli.it
email info@voceamicapaduli.it

Service Provider Widestore srl - Via Gulinelli, 21 A - 44122 Ferrara (FE)

Paduli 2014 - 2017
codice fiscale parrocchia
92007210625