Prima pagina

Il Csp di via Firenze a Benevento



Centro Sociale Polifunzionale “È più bello insieme”
Il centro sociale polifunzionale “È più bello insieme” nasce nell’agosto 2001 dall’iniziativa di un gruppo di giovani vincenziani di Benevento, in collaborazione con la Cooperativa “La Solidarietà” e il Dipartimento di Salute Mentale ASL BN1.
Il CSP lavora per migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità attraverso la creazione di legami forti a carattere comunitario, per l’attivazione di percorsi volti a promuovere la riabilitazione e l’avviamento al lavoro, ed opera affinché l’integrazione e l’inclusione non siano più sogni irrealizzabili.
La scelta della presa in carico di ogni persona è fondata su un patto formativo ed etico, sulla responsabilità e la professionalità dei suoi operatori e delle sue operatrici.
Il nostro centro è un’Opera Segno Caritas e nasce e vive sui principi della solidarietà umana, sociale e cristiana. Il CSP è in convenzione con l’Ambito B1 (di cui il Comune di Benevento è Ente Capofila) e con l’Ambito B2 (di cui il Comune di San Giorgio del Sannio è Ente Capofila), attraverso il sistema dei Voucher Sociali; inoltre il Centro E’ più bello insieme è un luogo di relazioni per costruire Progetti Terapeutici Riabilitativi Individualizzati con Budget di Salute.
Attualmente sono 38 gli uomini e le donne che frequentano il CSP e che partecipano ai numerosi laboratori offerti.
Tra le attività quotidiane ci sono:

LABORATORIO DI ARTIGIANATO
Il laboratorio di artigianato nasce come una opportunità di aggregazione ed uno spazio di osservazione in cui gli utenti del CSP possano valorizzare il loro “saper fare” , al fine di acquisire maggiore capacità e visibilità nella partecipazione alla vita della comunità. L’idea che muove i percorsi laboratoriali auspica che il laboratorio possa diventare punto e forma concreta d’incontro tra il mondo della disabilità e il territorio, attraverso l’intervento anche di volontari che collaborino in particolari attività artigianali e con la partecipazione ad eventi del territorio.

LABORATORIO DI DIDATTICA
Lo scopo delle attività didattiche è sicuramente quello di incentivare l’autonomia a tutti gli effetti e quindi si fonda sull’apprendimento dei prerequisiti funzionali allo sviluppo delle abilità di base della vita quotidiana.
Le attività didattiche vengono svolte in presenza di piccoli gruppi omogenei, per far sì che ogni utente possa essere seguito individualmente e sulla base delle proprie potenzialità.
I programmi abbracciano una sfera molto ampia di argomenti che vanno dall’alfabetizzazione primaria, alla matematica, alla storia, alla geografia, fino all’educazione civica e alla didattica funzionale. L’obiettivo generale è che gli utenti siano facilitati nella vita quotidiana.

LABORATORIO DI AUTONOMIA DOMESTICA

Il laboratorio consiste perlopiù nell’abituare l’utente a vivere adeguatamente nella propria casa, collaborando nelle faccende domestiche, provvedendo autonomamente alla propria alimentazione, riconoscendo e soddisfacendo da solo le proprie necessità. Gli operatori cercano di trasmettere agli utenti le regole della buona educazione e del rispetto della vita comunitaria, dall’aiutare un compagno che è in difficoltà, al rispetto del proprio turno di parola, al riconoscimento degli orari, e quindi delle fasi, della propria giornata.

LABORATORIO DI PASTICCERIA
Attraverso il lavoro in gruppo, in modo creativo e divertente, gli adulti del CSP potranno annusare, toccare, pesare, dosare, impastare, miscelare, modellare e cuocere prelibati dolci; saranno così rinforzate partecipazione e coinvolgimento, acquisite alcune abilità di base, sperimentate le proprie capacità di lavoro in gruppo e sviluppate capacità di autocontrollo e comunicazione interpersonale oltre che di motricità fine.

T-GROUP
Attraverso la discussione in gruppo, l’uso di video ed immagini, il laboratorio si propone di agevolare e sostenere lo sviluppo di più consapevoli relazioni interpersonali attraverso la riflessione, espressione e comunicazione di sé nel piccolo gruppo.

EDUCAZIONE ALL’AFFETTIVITÀ
Obiettivo del laboratorio è di fornire uno spazio in cui, in gruppo, accompagnare gli adulti del CSP ad una maggiore autoconsapevolezza personale, delle proprie capacità relazionali e, in generale, del proprio sviluppo psico-affettivo. Saranno toccati svariati temi legati alla conoscenza del proprio corpo e dei propri vissuti legati ad esso, fornendo adeguate informazioni scientifiche legate alla sfera dell’affettività.

COLLOQUI INDIVIDUALI
Attraverso incontri mirati su specifici momenti di vita, che gli adulti del CSP affrontano ciclicamente, aiutarli alla rielaborazione di ciò che accade loro a livello emotivo ed affettivo.
Saranno inoltre svolti e richiesti colloqui di restituzione alle famiglie per discutere e concordare insieme i percorsi dei loro familiari all’interno del CSP.

LABORATORIO FOTOGRAFICO
La scelta del mezzo fotografico nasce dalla consapevolezza della forza comunicativa che ne è insita, e dall’idea che attraverso un volto, una posa, una parte del corpo o, semplicemente, dalla scelta di particolari e di prospettive soggettive, si può svelare allo sguardo altrui la propria realtà e la propria vita interiore.
L’obiettivo del laboratorio è di creare uno spazio d’incontro ed integrazione ove si dà la possibilità di esprimere se stessi e il proprio mondo interiore imparando a conoscersi e rappresentarsi attraverso le immagini e l’interazione con l’altro.

VALUTAZIONE PSICODIAGNOSTICA
L’obiettivo è di sottoporre, agli utenti del CSP, una batteria di test psicologici al fine di progettare per gli stessi specifici programmi riabilitativi individualizzati,che gli consentano :
- di sviluppare il maggior grado di autonomia possibile;
- favorire il miglioramento della qualità di vita ;
- potenziare le abilità possedute.

MANIPOLAZIONE E ASCOLTO MUSICALE
Manipolare, impastare, infilare, trasformare sono attività che favoriscono lo sviluppo di competenze motorie, cognitive ed espressive. L’uso di materiali informi (pasta di sale, das, impasti vari) e di elementi naturali (carta, stoffa, foglie, rami, fiori, ecc.) permette di sviluppare numerose attività divertenti stimolando il piacere della scoperta e dell’esplorazione.

MUSICAL

“C era una volta … la storia di tutte le storie”
Questo musical nasce dal desiderio di voler creare qualcosa di diverso dai classici musical già visti e rivisti .Un modo simpatico di racchiudere tutte le favole più belle della Walt Disney in un solo spettacolo . Le fiabe più famose vengono così catapultate nella società di oggi dando libero sfogo alla fantasia ,riviste in chiave moderna e inserite in un contesto diverso .
Strutturazione del laboratorio

ZUMBA FITNESS
Questo corso nasce come attività extra e si svolge in orari di chiusura del centro ossia il venerdì pomeriggio dalle 16:30 alle 18:30 dove i ragazzi vi possono partecipare liberamente.
La Zumba è una danza-fitness naturale ed allegra e questo la rende una delle più gettonate discipline sportive proposte dagli insegnanti.

INCONTRI DI DISCUSSIONE PER FAMILIARI – PARENT TRAINING
Il progetto riconosce l’esigenza di dare supporto e creare uno spazio ad hoc per i familiari che sia di condivisione e dialogo. Ci Si pone l’obiettivo di aumentare la consapevolezza delle famiglie, migliorare le relazioni intra e interfamiliari in famiglie con familiari diversamente abili, offrire consulenza e momenti di scambio di esperienze. La metodologia scelta è quella del gruppo, considerata come un modo vincente per misurarsi, per facilitare lo scambio di idee, come un “luogo” dove tutti possono agire ed essere competenti verso se stessi e gli altri nello scambio di esperienze e nel sostegno reciproco. Il gruppo, in effetti, offre uno spazio privilegiato protetto, dove il giudizio è sospeso e si tende a valorizzare la funzione di rispecchiamento che l’insieme svolge per il singolo.

LABORATORIO MUSICALE

Si propone come obiettivo principale il dare la possibilità alla persona di trovare la sua modalità espressiva individuale, attraverso la quale mettersi in rapporto con il mondo.
E’ possibile lavorare sul benessere, sulla socializzazione e sull’integrazione, attraverso diversi ambiti di intervento:
1. Creare ambienti sonori: produrre attraverso la musica contesti e spazi di proprietà della persona disabile, in grado di gestirli e modificarli.
2. Progettare lo sviluppo della sensorialità: significa che lo sviluppo cognitivo è in stretta relazione con la sollecitazione delle facoltà sensoriali; la musica stimola sensorialmente non solo l’udito ma anche il corpo, attraverso le vibrazioni.
3. Sottolineare il ruolo centrale del linguaggio: utilizzare la “parola”, intesa come qualunque sistema simbolico che organizzi l’esperienza relazionale. La musica è un ponte comunicativo che può riuscire laddove il linguaggio ordinario è
insufficiente.
4. Incentivare l’attività motoria: agevolare le attività di coordinazione locomotoria come modo per vivere lo spazio fisico in funzione dello sviluppo cognitivo.
5. Procurare benessere: la musica, come spazio individuale è in grado di contenere ansie e dare armonia psicofisica al soggetto in ascolto.

LABORATORIO A.P.A.
L’attività fisica adattata, meglio nota con la sigla APA, dall’inglese Adapted Physical Activity, sta ad indicare oggi un’area interdisciplinare che comprende l’educazione fisica, le discipline sportive, la riabilitazione funzionale e le scienze motorie al servizio delle persone con difficoltà.

LIFE LINE
Il laboratorio ha come scopo quello di consentire ai partecipanti una condivisione circa gli eventi più significativi della propria storia di vita, attraverso materiali quali fotografie, immagini, collage, disegni e scritte che rappresentino per loro situazioni di vita, interessi, momenti importanti che hanno vissuto. Attraverso le immagini si creerà una spontanea e naturale “narrazione di sé” intesa come strumento di comprensione degli eventi psicologici.
“La narrazione, intesa come racconto di storie, è fondamentale, sia per dare un’organizzazione al proprio mondo interiore che per attribuire significati all’esperienza umana” (Pontecorvo, 1991)

Il Centro Sociale Polifunzionale “È più bello insieme” organizza anche attività di integrazione e socializzazione sul territorio beneventano con uscite allo stadio Ciro Vigorito per seguire il Benevento Calcio; uscite in pizzeria, al cinema, al bowling, ristoranti; vacanze estive al mare; gite; mostre di pittura; si partecipa, infine, ad iniziative organizzate sul territorio.

Il CSP è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 19.00


Emanuela De Vita

▲ top page
Voce Amica
Autorizzazione Tribunale Benevento n. 9 del 30 settembre 2014
Rg 1446/2014

portale d’informazione quotidiana Parrocchia San Bartolomeo Apostolo
82020 Paduli (BN) - Piazza degli Eroi di Trento e Trieste, 7


proprietà don Enrico Francesco Iuliano - Via Roma, 24 - 82020 Paduli (BN)
telefono 0824.927.186
web www.voceamicapaduli.it
email info@voceamicapaduli.it

Service Provider Widestore srl - Via Gulinelli, 21 A - 44122 Ferrara (FE)

Paduli 2014 - 2018
codice fiscale parrocchia
92007210625