La posta dei lettori

È proprio necessario conoscere la Bibbia?



Carissima suor Piera,
mi piace molto questa rubrica che dà “voce” anche ai “timidi” e risponde agli interrogativi di molti. Spero che tu abbia una risposta anche per me oggi e ti ringrazio in anticipo. Allora, ti prego, toglimi questo dubbio: per essere cristiani è proprio necessario leggere tante cose, approfondire, essere (in una parola) dei… “teologi”? Intendo dire: è proprio necessario… “imbarcarsi” in studi complicati su Dio? Non ti pare che Gesù abbia parlato in modo molto semplice e a gente semplice? Secondo me rapportarsi con Dio è una cosa supremamente semplice e molti l’hanno fatta diventare complicata. Per esempio: è proprio necessario conoscere la Bibbia?


Tommaso


Carissimo Tommaso,
innanzitutto chiariamo una cosa sulla quale ritorneremo un po’ più avanti: la Bibbia non è un libro di cultura, ma è la Parola di Dio scritta per noi. Assodato questo, procediamo per gradi. Sono pienamente d’accordo con te sulla semplicità del linguaggio di Gesù. Infatti perché avrebbe detto: “Ti benedico, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli.” (Matteo 11,25)? Proprio perché alla parola di Dio ci si accosta con semplicità, così come con semplicità si accostavano le folle a Gesù. Nella Parola di Dio non dobbiamo cercare ne’ nozioni scientifiche, storiche, geografiche, archeologiche, politiche, liriche, letterarie o altre (cose tutte degnissime, che anche sono presenti e richiedono, queste sì, uno studio da specialisti: si tratta qui dell’aspetto culturale della Bibbia, utile ma non indispensabile ai fini della fede) invece in essa dobbiamo cercare Gesù. Infatti Lui è il centro ed è presente in tutta la Bibbia: come dono promesso da Dio fin dal principio per la riconciliazione del mondo al suo cuore di Padre, come il Messia atteso e desiderato da tutti gli uomini e infine fatto uomo per nostro amore. Se nella Bibbia non sappiamo trovare Gesù noi non stiamo leggendo la parola di Dio ma un libro qualunque. La Chiesa è stata voluta da Gesù per essere interprete fedele di questa sua Parola. Come gli apostoli quando non capivano cosa volesse dire Gesù con le sue parabole, (qualche volta succedeva anche a loro, pensiamo alla parabola del seminatore, per esempio) chiedevano spiegazioni, così, anche noi, quando qualcosa ci rimane oscura possiamo, anzi dobbiamo, chiedere spiegazioni a chi ha avuto da Gesù questo incarico. A questo punto mi potresti obiettare tante cose, obiezioni che cadranno ancora prima di formularle se familiarizzerai con la Parola di Dio. Credimi la Bibbia è per i semplici e per gli umili : solo i semplici e gli umili la leggono senza… “fatica”. Per esperienza ti dirò che è più difficile essere semplice, e ancor più difficile è essere umile. Ottenuti da Dio questi due preziosissimi doni, ogni difficoltà decade. Vuoi provarci? Provaci! Poi mi dirai!

suor Piera

▲ top page
Voce Amica
Autorizzazione Tribunale Benevento n. 9 del 30 settembre 2014
Rg 1446/2014

portale d’informazione quotidiana Parrocchia San Bartolomeo Apostolo
82020 Paduli (BN) - Piazza degli Eroi di Trento e Trieste, 7


proprietà don Enrico Francesco Iuliano - Via Roma, 24 - 82020 Paduli (BN)
telefono 338 838 3565
web www.voceamicapaduli.it
email info@voceamicapaduli.it

Service Provider Widestore srl - Via Gulinelli, 21 A - 44122 Ferrara (FE)

Paduli 2014 - 2020
codice fiscale parrocchia
92007210625