La voce del parroco

Cos'è e come si ottiene l'indulgenza


Cos’è l’indulgenza?

Intanto per chi vuole approfondire si rimanda alla Costituzione Apostolica Indulgentiarum Doctrina di sua Santità Paolo PP.VI.

“È l'espressione dell'amore indulgente e misericordioso di Dio nei confronti dell'uomo peccatore.

L’indulgenza è la remissione della pena temporale per i peccati già “perdonati” da Dio attraverso la Confessione.

La teologia cattolica insegna che ogni nostro peccato ha duplice conseguenza:

- genera una colpa che è rimessa all'assoluzione sacramentale nella Confessione, attraverso cui il peccatore è rimesso allo stato di grazia e alla comunione con Dio.

- comporta una pena che permane oltre l'assoluzione. L'uomo peccatore, pur riconciliato con Dio, è ancora segnato da quei "residui" del peccato che non lo rendono totalmente aperto alla grazia.

In particolare, la pena temporale può essere scontata sulla terra con preghiere e penitenze, con opere di carità e con l'accettazione delle sofferenze della vita. Per estinguere il debito della pena temporale la Chiesa permette ai fedeli battezzati di accedere alle indulgenze. L’indulgenza può essere parziale (è solo un passo nel cammino di purificazione) o plenaria, totale (com’è quella giubilare), perché è una grazia straordinaria che guarisce completamente l'uomo, facendone una nuova creatura”.

(da Avvenire, Ilaria Solaini, 4 dicembre 2015)




Come si ottiene l'indulgenza?

L’indulgenza giubilare si ottiene:

Avvicinandosi al sacramento della confessione, con cuore contrito e con il desiderio di dichiarare guerra al proprio peccato. Una confessione banale è inutile. È preferibile prepararsi adeguatamente confessando anche i peccati di cui ci si vergogna senza nascondere niente.

Compiendo un pellegrinaggio alla Chiesa Madre dal 7 al 17 agosto 2016

partecipando alla Messa, oppure ad un'altra preghiera: Lodi, Vespri, Via Crucis, Rosario, Adorazione o preghiera personale concluse col "Padre nostro", la Professione di fede, la Preghiera a Maria.

Pregando secondo le intenzioni del Papa, ”a testimonianza di comunione con tutta la Chiesa”.

Impegnandosi in opere di carità e penitenza che dimostrino la reale volontà di cambiamento. Dio conosce le intenzioni di ciascuno di noi e sa se facciamo una cosa tanto per farla oppure se abbiamo un concreto desiderio di adesione alla sua misericordia.

don Enrico

▲ top page
Voce Amica
Autorizzazione Tribunale Benevento n. 9 del 30 settembre 2014
Rg 1446/2014

portale d’informazione quotidiana Parrocchia San Bartolomeo Apostolo
82020 Paduli (BN) - Piazza degli Eroi di Trento e Trieste, 7


proprietà don Enrico Francesco Iuliano - Via Roma, 24 - 82020 Paduli (BN)
telefono 0824.927.186
web www.voceamicapaduli.it
email info@voceamicapaduli.it

Service Provider Widestore srl - Via Gulinelli, 21 A - 44122 Ferrara (FE)

Paduli 2014 - 2018
codice fiscale parrocchia
92007210625