Attualità

Come vivere la Quaresima oggi



«Per il dilagare dell'iniquità, si raffredderà l'amore di molti» (Mt 24,12).

Questo è il passo del Vangelo usato come monito alla Quaresima da Papa Francesco, parole che usò Gesù per annunciare le avversità e le situazioni dolorose in cui si sarebbero trovati i credenti, di fronte alle scelleratezze di altri. Parole molto attuali in svariati momenti e situazioni, tante persone subiscono malvagità da parte di altri oppure chi preso dal fascino del lusso, del soddisfare solo un apparenza perfetta, perde il vero sentiero da percorrere.

Il tempo di Quaresima è tempo di riflessione e accostamento a Cristo, al mistero profondo della resurrezione e momento giusto per scuotere le coscienze di ognuno. Non lasciamoci raffreddare i cuori dalla cattiveria, dall'indifferenza e dall'accumulare falsi tesori, come l'egoismo e l'individualismo. In ogni essere umano, in fondo all'anima di ciascuno c'è qualcosa di buono, per questo l' impegno di noi cristiani è di portarlo alla luce, accostarci alla preghiera sempre più spesso e renderci conto che ogni cosa di questa terra passa ma il regno di Dio è per sempre.
Il mondo cammina sulle orme della guerra, della fame , della povertà, sulle nefandezze politiche, ma una cosa sicura e consolatrice della nostra anima è la fede.

Penso che nella vita a tutti prima o poi succede di fermarsi a pensare e dire: «Cosa sto facendo?», è come percorrere una via, fermarsi allo stop di un incrocio, facciamo la scelta giusta, non cadiamo in tentazione, una sola volta proviamo ad essere forti e a tenerci stretto il poco, ad essere umili, la certezza sta nella ricompensa, quel poco che diventerà molto grazie alla nostra fede. Sicuramente non è per niente facile ma se almeno ci si provasse, ci sarebbe qualcuno in meno che si rovina la vita per il gioco d' azzardo, qualcuno in meno che la lascia per la droga, qualcuno in meno che usa la prepotenza su tutti, qualcuno in meno che per i propri scopi non pensa al bene comune, qualcuno in meno che offre soluzioni immediate alle sofferenze.

Anche nei rapporti quotidiani, nelle cose più semplici, non ci si deve spaventare davanti ai cambiamenti, ai problemi, si ci dovrebbe abbandonare di più alla dolcezza e tutto sarebbe più risolvibile. Il dilagare dell'iniquità sta in tutto questo e il dovere di tutti è almeno provare a fermare, a rimediare a qualcosa poco per volta e ci renderemo conto che dalla croce di ogni giorno ci rialzeremo tutti solo se lo vogliamo. Nulla è semplice ma tutto si può risolvere, la vita non è priva di sofferenze ma la croce è saperle portare con dignità, perché la dignità ci rende unici: a casa, a lavoro, nello studio e perfino i bambini dimostrano dignità con le loro azioni. Tutto questo è gioia, tutto questo serve a non raffreddare i cuori e raggiungere l'obbiettivo attraverso l'amore di Dio.



Sabina Limongelli

▲ top page
Voce Amica
Autorizzazione Tribunale Benevento n. 9 del 30 settembre 2014
Rg 1446/2014

portale d’informazione quotidiana Parrocchia San Bartolomeo Apostolo
82020 Paduli (BN) - Piazza degli Eroi di Trento e Trieste, 7


proprietà don Enrico Francesco Iuliano - Via Roma, 24 - 82020 Paduli (BN)
telefono 0824.927.186
web www.voceamicapaduli.it
email info@voceamicapaduli.it

Service Provider Widestore srl - Via Gulinelli, 21 A - 44122 Ferrara (FE)

Paduli 2014 - 2018
codice fiscale parrocchia
92007210625