Pagine letterarie

A iuccata du 6 gennaio


Na vota era 'u 6 gennaio 1985.
Tutti nui uaiuni eravamo tristi e chini e malinconia, pecche' 'u iuorno dopo eravama i a scola.
M'arricordo ca sera prima, i genitori nuosti ce dicevano: ta ripassato e leziuni? ta fatt a cartella? Dumani assera a lietto priesto ca sinno' 'u sette nun t'aizi.
Parole forti, tristi, pesanti e sconfortanti, pe nui criature che stavam ancora ca capo dind vacanze Natalizie.
'U cinque assera me ne ietti a dorme scunsulato, 'u iuorno seguente io e miei eravamo stai invitati au compleanno e ziemo, ch'era nato 'u iuorno da befana.
Arrivavo 'u sei mattina e mio padre mi svegliò con un urlo: Anto', Anto' a papà aizete va a vede' si è fatta a neve..
M'aizai e scatto, zumbai comm a nu relle, currietti tipo a bonanima e Pietro Mennea, aprietti a finestra e...
Papaaaaaaa, curri , curri, mamma mia e quanda neve, quasi nu metro e mo cumm'amma asci'?
Mio padre alla vista di tale spettacolo pronunciò le seguenti parole: Madonna mia da Razia ce turbecato..
Tutti e tre ce lavemmo e pressa, ce mettemmo i cappotti, sciarpe, cappielli, scarpuni e ascemno pe ghi au compleanno e zio Sergio.
A neve era assai, non se puteva cammina' buono, io affunnavo fino a panza, insomma nu burdello e intanto iuccava, iuccava e nun se fermava.
Arrivemmo a destinazione, tutti ridevano, erano cuntenti pecche' a famiglia era tutta presente, nonostante 'u maletiempo.
Nui bambini eravamo felicissimi, specialmente io e Loreta, mia sorella acquisita pecche' stavamo semp anzieme.
Iuchemmo tutta a iurnata, dind a neve, facevamo i tuffi, e pallottole, i pupazzi, eravamo cuntenti, nfussi e chini e speranza, ca chella iurnata nunn'era mai feni'.
Fiocco' per giorni interi, senza tregua, l'unica cosa che se puteva fa era sta nzieme dind e case a fa pranzi e cene, a turno, na vota a casa e uno, e po a casa e nato, pecche' eravamo bloccati, chini, chini e neve.
Fu a seconda nevicata cchiu' grossa da storia Italiana, dopo chella du '56.
Io l'ho vissuta, ce so stato, me so addecriato e a scola pe parecchio nun so ghiuto.
Mo ve saluto, me so stancato e me raccumann quann fa a neve nun ve scucciati, la sua magia è unica, molto rara, e' vero spesso è pericolosa pecche' se sciulia e ce mantene bloccati, ma ci unisce tutti comm a tanta frati, dind a ogni paese, che spesso è volentieri è semp desolato.

Antonio D'Alessandro

▲ top page
Voce Amica
Autorizzazione Tribunale Benevento n. 9 del 30 settembre 2014
Rg 1446/2014

portale d’informazione quotidiana Parrocchia San Bartolomeo Apostolo
82020 Paduli (BN) - Piazza degli Eroi di Trento e Trieste, 7


proprietà don Enrico Francesco Iuliano - Via Roma, 24 - 82020 Paduli (BN)
telefono 0824.927.186
web www.voceamicapaduli.it
email info@voceamicapaduli.it

Service Provider Widestore srl - Via Gulinelli, 21 A - 44122 Ferrara (FE)

Paduli 2014 - 2017
codice fiscale parrocchia
92007210625